L’anno che sta arrivando tra un anno passera’

io mi sto preparando,e' questa la novita'.
Lucio Dalla a parte, l'anno che oggi finisce com'e' stato, dal punto di vista dei MMORPG?
A mio avviso il 2010 presenta piu' ombre che luci:
1) nessuno dei titoli usciti quest'anno ha veramente sfondato. Che cio' sia dovuto a cause "tecniche" (Final Fantasy XIV) o per incapacita' dei publisher e/o degli sviluppatori di comprendere cio' che veramente vuole il mercato (Star Trek Online) e' solo un'aggravante.
2) Il "caso" Allod's Online. Questo gioco piaceva, aveva un bacino di utenza spaventoso (era il perfetto "clone" di World of Warcraft, con una sapiente miscela di PvE e PvP) ed era dannatamente divertente. Finche' gli sviluppatori, esosi come pochi, decisero che i giocatori di un titolo Free2Play dovevano o pagare per avere una quantita' di esperienza decente o farmare come scemi in maniera assurda. Riultato? Quattro cani e tre gatti e' l'attuale popolazione dei server. Come rovinare un giocone con una mossa idiota.
3) APB: ovvero come creare un gioco, lanciarlo, e chiudere i server a tempo di record.
4) LOTRO diventa Free2Play. Sulla falsariga del successo di D&D Online, Turbine rende F2P anche l'ulimo titolo a pagamento che le era rimasto. ma mentre con D&DO questo ha portato reali benefici immediati (vorrei ricordare che D&DO era un gioco  molto snobbato, soprattutto per alcune discutibili scelte di Turbine. Renderlo F2P significava allargarne di molto il bacino d'utenza). Ma quali benefici portera' a LOTRO il divenir "circaF2P" (in pratica hai solo le starting zone e poco altro, il resto lo devi comprare con i Turbine Point. I quali si possono o farmare facendo quest, tratti, skill, eccetera o si comprano con denaro sonante),a parte una moltitudine di novizi (n00b), spammer e bimbiminkia? Quanti di questi rimarranno in gioco? Lo ammetto, e' presto per fare previsioni, se ne riparlera' l'anno prossimo.
5) Global Agenda: sulla falsa riga di Guild Wars, ma in ambito sci-fi, unisce PvE e PvP, si puo' scegliere la lunghezza delle missioni PvE e ttante altre piccole piacevolezze. Un buon titolo, forse la vera sorpresa dell'anno assieme a Vindictus. Peccato che non riesca ad accedere ai server di quest'ultimo.
6) Cataclysm. ovvero come prendere il blockbuster dei MMO e cambiare (quasi) tutto. Ci vuole coraggio, e Blizzard ne ha. Anche se il gameplay rimane invariato, e lo stesso vale per l'end-game. Ma a farmare i dungeon ci vada qualcun altro, RL FTW.
Forse c'e' dell'altro, forse e' vero che Aion e Age of Conan sono migliorati con le espanioni, ma io non ci ho giocato e non ho sentito nessun parere in merito. Anzi, non e' vero: quel Noldo di Arcalimon (Alberto) disse che AoC era decisamente migliorato con l'espansione. Ma, a mio avviso, rimane un gioco per "hardcore gamers"

Ti potrebbero interessare anche: