Crea sito
, edited:

Il prode guerriero in canotta è andato al GamesCon 2011

Ed ecco a voi il suo reportage: breve, coinciso, circonciso e con parecchi cerotti come il suo criniere e il suo scudo:

Come promesso, vi riassumo l´esperienza che ho avuto al Gamescom di Colonia. In una parola: fantastico.Arrivo insieme al Dodo puntuale per l´apertura delle ore 8:00 e, naturalmente, c´era giá moltissima gente ma noi, forti del biglietto elettronico abbiamo evitato la fila per fare i biglietti (tempo risparmiato: un´ora abbondante).
Data la moltitudine di individui e le file chilometriche, abbiamo dato delle prioritá.La prima tappa era di strada: siamo andati a dare un´occhiata a Star Wars: The Old Republic. Stranamente non c´era molta folla. Siamo arrivati in tempo per una dimostrazione del gioco in cui mostravano una mappa PvP. Lo staff ha scelto 3 giocatori tra la folla che avrebbero giocato per la Repubblica; lo staff Bioware giocava invece Sith. Le classi erano gia “avanzate”: senza andare troppo nei dettagli sono stati scelti un heavy armour ranged con heavy blaster rifle, un Jedi Consular (credo, era piú caster-oriented), ed un simil-rogue dual blaster. La battaglia era il solito “capture&hold”, niente di nuovo: bisogna catturare dei punti di interesse, che in questo caso erano 3 postazioni computer che controllano il fuoco di 3 grossi cannoni. I cannoni, inizialmente spenti, possono essere ruotati a sparare 2 grosse navi, una della Repubblica ed una dei Sith. La squadra che controlla le postazioni prende punti nel tempo. Le uccisioni valgono punti addizionali. Vince chi arriva prima a 500 (in veritá chi arriva prima a 0 da 500) o chi ha piú punti allo scadere del tempo (15 min), quando una delle 2 navi viene abbattuta. Questa modalitá di PvP é vecchissima se si considerano i giochi FPS, ma in questo contesto la componente RPG aggiunge qualcosa. Nota carina, ci sono una serie di achievements durante gli scontri. Ad esempio, un paio di giocatori hanno ricevuto delle “medaglie” quando hanno totalizzato 20 uccisioni personali, oppure 50k danni totali inferti. Finito lo scontro, ci hanno fatto vedere il nuovo trailer (veramente accattivante, anche se non é il trailer che ci interessa alla fine) e spiegato un paio di cose. A quel punto hanno fatto pausa e siamo andati via.Seconda tappa: Battlefield 3. A differenza degli altri stands, questo era chiuso e per accedere c´era un’interminabile fila con i cartelli che dicevano “da qui, 2 ore di fila, da qui 1 ora di fila” etc. etc. Non c´era nemmeno uno schermo esterno per vedere gli altri giocare. Insomma, una delusione. Non volendo stare in coda solo per entrare, e poi ricominciare da capo la fila per giocare, siamo passati avanti. Scusa Termy!Terza tappa: Diablo III. Come sopra, solo che la fila per accedere all´area interna era di 3 ore. Fuck off, Blizzy! E si passa avanti.

A quel punto, viste le file interminabili siamo andati in ansia e ci siamo diretti rapidamente verso lo stand NCSoft per Guild Wars 2. Lo stand questa volta non era enorme, ma c´erano molte postazioni per poter giocare la demo che questa volta durava 40 minuti rispetto alla precedente (solo 20 minuti). “Bello”, penso, “si gioca di piú!”. Ma poi realizzo che non solo io avrei giocato di piú, ma anche i cento nerdZ che erano davanti a me… LÖL! Insommma, mi armo di pazienza e mi metto in fila. Nel frattempo ci fanno vedere il nuovo trailer e ci raccontano un paio di cose sul lore degli Asura e dei Sylvari (disponibili nella demo). Dopo quasi 5 (cinque!) ore di fila riesco a mettere le mani sulla postazione che era anche collegata in maxischermo, LÖL! Stanco morto ma gasatissimo, creo il personaggio. Visto che prima di me avevano tutti fatto sti cax di Sylvari, io mi lancio su una scelta epica: Asuran Guardian = Gundam in miniatura! Nota importante, nomino il personaggio: Bioware Spy.

Comincio a giocare con il personaggio di livello 59, per provare efficacemente le nuove armi disponibili. Equipaggio la Greatsword (che su un Asura = EPIC!) e comincio a percuotere. Si sapeva giá, ma ricordo che sebbene heavy armour, il Guardian ha meno vita delle altre professioni. Al 59 avevo qualcosa come 8k mentre un Warrior ed un Necro erano sui 12k.
La skill 1 é una chain-skill, praticamente come quella del Warrior. Il bello di questo gioco é che le abilitá possono essere lanciate sempre, anche in assenza di target. La qual cosa é estremamente critica: tirare una skill a vuoto con cooldown lungo = FAIL (eppure ho visto un sacco di nabbi che spammavano random). Tornando alla meccanica, ricorda un po´ AoC dove devi essere vicino al bersaglio e devi fronteggiarlo per colpire. Se la skill 1 colpisce una volta, diventa automaticamente il secondo colpo della chain. Se anche questo colpisce, diventa il terzo, il piú devastante.
La skill 2 é una skill AoE: il Guardian ruota avvolto in una coltre di luce e percuote tutti i nemici intorno. Questa skill deve essere indotta, e se ci si sposta mentre é in esecuzione termina prematuramente. Nota interessante: questa skill sinergizza con le altre professioni (ad esempio il solito Wall of Flame dell´Elementalist = scagli palle di fuoco mentre ci sei vicino)
La skill 3 é un Symbol. Si attiva sul posto e gli alleati che ci stanno dentro prendono il boon “swiftness”.
La skill 4 é interessante: Leap of Faith. Balzi fino al nemico e colpisci duro. Bello, ma il balzo ovviamente ha una sua gittata, quindi se il nemico é troppo lontano si salta a vuoto e si perde la skill. Bisogna quindi misurare le distanze con attenzione. Questa skill l´ho trovata molto utile con la virtú Justice (applica burning al prossimo attacco).
La skill 5 é crowd control: incatena un nemico per un paio di secondi E successivamente lo trascina ai piedi del Guardian.
Non spendo molte parole sulle utility skills, le ho provate un po´tutte, belle ed interessanti ma difficili da gestire (Shield Wall, Smite Condition, ad esempio). É dannatamente vero che il posizionamento in questo gioco é TUTTO, decisamente la cosa piú importante. La Spirit Weapon é molto utile (di fatto raddoppia quasi il DPS), ma attacca solo se il personaggio attacca a sua volta (quindi anche in questo caso spammare la skill 1 é molto utile). Non sono riuscito a capire peró quanto danno fa quando la “rilasci”, sebbene abbia provato diverse volte.
Con le cure il Guardian ci sta dentro. Solo che uno scontro sostenuto con molti mob puó portare facilmente alla sconfitta. La skill di cura ripristina ~50% della vita, ma il cooldown é dannatamente lungo per quanti schiaffi si prendono. L´effetto di rigenerazione dalla virtú non é incredibile, ma utile a prendere un po´ di respiro. Aegis invece spacca. Quanto ai danni che ho fatto variavano da ~80 (sugli AoE multipli) a ~400 su singolo colpo (con dei critici sono salito max a 600 se ricordo bene). Quindi in 1vs1 ci vuole un certo tempo a percuotere il nemico.
Ho anche provato il martello a 2 mani, l´abilitá per scagliare il nemico é fantastica, ma l´arma é molto lenta. Anche qui la skill 1 é una chain, poi c´é la 2 che é un AoE, la skill 3 é posizionale (rimuove condizioni dagli alleati E applica burning ai nemici vicini), 4 e 5 sono per crowd control (con lancio del nemico e Ring of Warding – i nemici non possono sorpassare l´anello che crei intorno alla tua posizione).

Ho quindi partecipato all´Evento contro il drago, boss enorme. Lo scontro in generale lo potete vedere qui, quindi non mi dilungo. Qui mi sono divertito a fare danno mentre buffavo gli alleati. Il bello é che non c´é bisogno del party per godere degli effetti benefici delle altre skill e questa é davvero una grande trovata. Lo scontro é molto divertente, anche strategico. I loot erano una sorta di “insigne” da applicare a vari pezzi di armatura che potenziavano determinati attributi.

Veniamo al PvP. Altro stand, altra fila, ma ci ho giocato che era quasi finito tutto (~19:30) quindi sono stato solo 40 minuti in fila, LÖL. Mappa 5vs5 (structured PvP), quello che dovrebbe sostituire la modalitá GvG. Qui devo dire che sono rimasto sorpreso da un lato positivamente, dall´altro negativamente. Cominciamo dal negativo: pare che le modalitá a punti abbiano ormai guadagnato molto consenso (evidentemente sono assai compatibili con la Electronic Sport League). Non ci sono piú Guild Lord, Guild Thief, Knights e Bodyguard, ma i soliti punti di interessa da controllare. Mantieni il controllo di un punto di interesse e fai punti. Chi arriva prima a 500 vince. Insomma, niente di incredibile. Veniamo ai lati positivi: le mappe sono molto strategiche, date le meccaniche di gioco, interrompere la line of sight al momento giusto puó essere determinante (insomma, molto stile FPS). In queste mappe ci sono molte Environmental Weapon (catapulte, trabocchi, torrette) che possono essere armate ed usate per percuotere (i devs sostengono che imparare ad usare le Environmental Weapons sará determinante). Altra cosa, quando si viene abbattuti si attiva il famoso “downed mode”. Gli alleati quindi possono sempre riportarti in battaglia (piú di uno alla volta púo ressare, semplicemente il processo é piú veloce). Tuttavia, i nemici possono attivare la skill “Finish Them!” che uccide direttamente un nemico “downed” e lo rimanda allo spawnpoint. Ah, ovviamente niente Death Penalty, come sapete.

Riassunto finale su GW2: molto bello. Va capito, é difficile e non posso certo dire molto dopo 60 minuti di gioco. Ma a quanto vedo, spacca.

Per concludere la gita al Gamescom, sono passato a vedere TERA, anche questo interessante ma non il mio genere. Ho assistito anche al torneo di DOTA2 (LÖL, nerdissimi) e provato il nuovo AMD Bulldozer giocando a Dirt3 (2 degli 8 cores – otto LÖL – lavoravano al ~40% mentre il resto stava giú al 5-10% ed il gioco era tirato al massimo del dettaglio (anche il resto della macchina spaccava, naturalmente). Passato al volo a vedere The Secret World della Funcom, ma non si é visto molto al di lá di qualche trailer esterno (c´era la solita fila per entrare ed era ormai tardi). Passato al volo a vedere anche The Elder Scrolls V – SKYRIM, molto molto bello. Per terminare, capatina lato console (Wii specialmente) e poi fine.

edit: ho dimenticato la chicca! Con il PG di GW2 che si ciamava Bioware Spy, in breve mi sono trovato intorno tutti i giocatori di ANet che mi indicavano e mi facevano /mock e cose varie! xD

Cheers.

Peccato che il nostro prode guerriero in canotta e cerotti non abbia avuto il tempo per i seguenti giochi, imho imprescindibili:

Giochi presentati al GamesCon, che titilleranno parecchie papille, e che il prode guerriero in canotta e lo scudo riparato con il cerotto non ha degnato di uno sguardo:
Borderlands 2: il primo è stato un fottuto capolavoro!
Mass Effect 3: il motivo è ovvio
Risen 2: perché il primo non era malaccio
Wildstar: perché è pucettoso! E sarà mio!

FarCry 3: perché FC2 mi fa dato sessanta ore di puro piacere
TrackMania 2: perché chi non ha giocato al primo non è un videogamer
DOTA2: quando la strategia online diventa parossismo:

Batman Arkam City: devo dire il motivo o si capisce da solo?
Counter Strike Global Offensive: poter dimostrare la superiorità del mouse sul pad non ha prezzo
Red Orchestra 2: Heroes of Stalingrad: Red Orchestra ritorna alla grande

Up ↑
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: