Varese ladrona

Non voglio rigirare il coltello nella piaga leghista dei soldi sottratti da Belsito (Bel?

“Mmhhhh, che gnoccolona la Rosi”

Bruttosito, meglio) e girati a Rosi Mauro, alla famiglia Bossi (in particolare i figli,

Con quell’espressione un po’ così che abbiamo noi che…

soprattutto la retta scolastica del Trota che, ricordiamo, ha impiegato solo 10 anni per finire la scuola materna).

No, voglio girare il coltello nella piaga della Lega Ladrona al pari di Roma, di quella Lega che amministra direttamente, o con alleanze, alcune città del nord Italia, che i leghisti favoleggiano, forse rincretiniti dal celodurismo con ictus incorporato, come terra

Io ce l’ho duro…. il braccio

leggendaria chiamata Padania. Se esiste confina a nord con Bjarmaland e a sud con Shangri-La, a ovest con Midgard e ad est con Aztlán mentre sotto di essa si sviluppa Agarthi.

Città gemellata con la Padania

Quella Varese Ladrona, perché in perenne bisogno di soldi, che fa pagare le più alte imposte locali nel 2011: 1714 euro pro capite. Seguono Lecco con 1665 e Bergamo con 1230 euro.

Mettete a letto i bambini

Prima volevano la secessione, poi il federalismo, poi la devolution, alla fin fine si sono accontentati di mettere le mani in tasca a chi lavora. Nulla di più. nulla di meno di un Monti o di un Alfano-Bersani-Casini.

Amori diversi

Volevano esser diversi, risultarono come gli altri.
(dati presi dall’Eco di Bergamo ed altre fonti, tra cui la CGIA di Mestre)

Ti potrebbero interessare anche: