Crea sito
, edited:

Mai smettere di crederci, forse

Mentre stavo riflettendo su quanto ci metteranno a divenire Free2Play o Freemeiun alcuni MMORPG usciti negli ultimi due anni, e sul fatto che le mie previsioni sono accurate quanto quelle un meteorologo che vi dice che da voi piove mentre state sorseggiando un caffè all’aria aperta e sotto un sole cocente; mi sono reso conto che da un lato l’ultimo livello che mi separa dal level cap in Eden Eternal è qualcosa di assolutamente inaccettabile per uno slow player come il sottoscritto; dall’altra mi sono trovato a divertirmi, ed assai, riprendendo in mano un mio vecchio pallino: Allod’s Online.

E, incredibile a dirsi, mi sta (ri)piacendo. Dal punto di vista PvP faccio ridere i polli, e per diversi motivi: l’età avanzata e i conseguenti riflessi da bradipo; la predisposizione al PvE che, da WoW in poi, prende tutti quelli che si danno all’online gaming; il fatto di giocare poco e quando capita e, pertanto, pensar più alle quest (e la maiala se trovo una soluzione a “Meddling Kobolds“) che al resto; il non capire perché, oltre ad herbalism, non posso prendere pure alchemy, il che mi sta sorgendo il dubbio che AO sia un MMO con una sola skill di crafting: o produci o raccogli (della serie: non c’è limite alle vaccate che i game designer e/o i produttori riescono a fare).
E poi il summoner è una delle classi più “easy” del gioco.
Peccato che sotto diversi punti di vista sia ancora un pelo troppo Pay2Win.

Però sta a vedere che non ho dovuto faticare troppo per trovare il successore di Eden Eternal.
Si, ma Aion? Sto pensando di disinstallarlo: perché un brutto gioco sul disco rigidi, ed in questo caso si tratta di Two Worlds, basta ed avanza.
Però Aion, per quanto abbia difetti, non riesce a competere con la bruttezza di Due Mondi. Potevo dar retta a Mosè Viero ed installare un altro titolo a scelta tra l’immensa vastità della mia “gameteca”?
Continuiamo così, facciamoci del male.

Però è bello poter scoprire qualcosa di nuovo in un titolo che credevo ormai perso.
Perché, talvolta, la saggezza degli antichi è inarrivabile.
Il che non vuol dire che, per esempio, tra un mese me ne sia già rotto gli attributi e triturato le bolas, anzi.
E poi, tra F2P, freemium, box2play e pay2play c’è solo il mondo da scegliere.
Il fatto è: ma ho ancora voglia di scegliere quando ho una softeca videoludica intonsa che fa paura?
Bello il tarlo del dubbio, eh?

Up ↑
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: