Dal diario di Folly la bricconcella – parte II

Caro diario, ho parecchio da raccontarti ma poco tempo per farlo.
Le missioni, qui a Neverwinter, si susseguono una dopo l’altra, in un turbinio di combattimenti, duelli, enigmi da risolvere.
E, si, non tutto fila liscio: ubriachi da corrompere, facce da galera che vogliono saperla più lunga di me, scatole che non vogliono sapere di aprirsi per lasciarmi continuare la missione.
Si, non tutto è perfetto qui.
Però ieri, a tarda ora, sono stata ricevuta da Lord Neverwinter in persona.
screenshot_2013-05-07-14-10-51
Non ti dico l’emozione, ed è avvenuto alla fine di una delle missioni più difficili che abbia mai dovuto affrontare.
E contro uno dei nemici che mi ha sempre affascinato maggiormente.
E, no, non ti dico chi sono, magari ti perdo e qualcuno ti legge e si perde la sorpresa.
Ti do solo un indizio: con loro c’erano dei ragni.
Intanto ho scoperto una nuova bettola, questa è da ricchi, una sciccheria incredibile.
Già si trova in una zona particolare, con tanto di persona che ti da il benvenuto all’arrivo e ti ringrazia quando te ne vai
screenshot_2013-05-06-21-41-11
se poi guardi dentro ti rendi conto che è per nababbi. In questo mio acquarello non si vedono, ma c’erano anche dei suonatori.
screenshot_2013-05-07-14-41-55
Bello, vero?
Altrettanto non si può dire del Distretto della Torre: un tempo zona centrale del commercio di Neverwinter, ora è occupata dagli orchi e da altre bestie immonde.
screenshot_2013-05-05-21-27-39
Questa è la locanda del quartiere, evito di far vedere com’è conciato il mondo fuori perché è in condizioni disperate.
Stiamo lottando con tutte le nostre forze contro gli invasori: ce la faremo?
Io, Folly la bricconcella, dico di si perché i nostri cuori sono saldi, anche se la situazione è più che dura: disperata.
screenshot_2013-05-07-22-07-20
screenshot_2013-05-07-21-50-18
screenshot_2013-05-07-21-59-10
Caro diario, questa è, forse, l’ultima volta che ci vediamo.
Ultima… sai che certe parole dette da noi mezze donne e mezzo cervello non sono mai definitive.
Sia come sia ti devo lasciare anche perché un altro, non mi ricordo mai se un Nano o un Elfo o che altro, di sicuro non un padellino, prossimamente concluderà questa mia prima impressione sulla bellissima città di Neverwinter.
Poi, forse, ci rivedremo.
E’ la promessa di una discola matricolata, pertanto da prendere con le dovute molle.