Crea sito
La pagliuzza e la trave
, edited:

La pagliuzza e la trave

Tutti (facciamo parecchi), dai più osannati pennivendoli di regime fino ai più oscuri blogger, hanno trovato il modo di sputtanare definitivamente il MoVimento 5 Stelle.
Grillo ruba? Ci provò L’Espresso, ma la notizia era destituita da ogni fondamento
Grillo si scaccola? Peggio, signora mia, molto peggio!
La verità è che quel grullo di Grillo mette la pubblicità sul suo blog! Orrore e raccapriccio!
Oddio, lo faccio anche io, e finora ho guadagnato, Altercent esclusi, la bellezza di 1 euro scarso grazie a Google Adsense. E questo dal 2006.
WoW, offro un giro di sanguinella per tutti. Bicchiere piccolo, però.
Dopo aver letto l’ennesimo cervello piddino all’ammasso non usato (peccato che non serva per i trapianti, perché si potrebbe aprire un buon mercato) ho deciso di dir(gli) la mia:

1) la pubblicità la si leva con ad-block. Poi, ovvio, se uno è un troglodita che usa Interdett Exploder sono cavoli suoi.
2) il fatto che il sito del M5S e quello del blog risiedano sullo stesso server può esser fatto per risparmiare. E’ vero, potevano usare mirroring url per depistare gli investigatori da strapazzo che cercano la pagliuzza ma non vedono la trave, ma non sarebbe stato etico ed onesto. Forse, o forse sarebbe costato troppo.
3) il rendiconto 2011 (quello 2012 non è ancora pronto) del blog mette in risalto una perdita secca di svariate migliaia di euro
4) Se Grillo fosse in grado di leggere tutto – dai commenti sul blog fino ai post sui (si, sono più d’uno) forum hostati avrebbe la mia ammirazione e lo invidierei: io sono a favore della giornata di 48 ore mentre lui fa un botto di cose in 24. Se non dorme.
Mi si obietterebbe: c’è lo staff. Sono talmente pochi che li ammirerei incondizionatamente: leggere tutti i commenti, i post sui forum, gli articoli delle varie liste civiche… un lavoro impressionante per essere fatto in una giornata lavorativa.
5) vogliamo parlare di quanto è aumentato il valore del gruppo Mediaset/Fininvest prima che SB scendesse in politica? Giusto per, Fininvest stava per fallire.
Parliamo delle aziende della galassia delle Cooperative Rosse, dei loro interessi (e degli appalti perennemente aggiudicati) nelle Grandi Opere: dalla Salerno-Reggio Calabria (da quanti decenni è che ci lavorano?) alla TAV. Di Caltagirone, il suocero di; della Impregilo; dei 98 miliardi di euro che i concessionari di slot hanno sottratto all’incasso erariale.
Parliamo di tutto, e si scopre che quello del blog di Grillo è un falso problema.
Up ↑
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: