Dannati coreani

leafieSono pazzi questi coreani

In piena era “treddì” il popolo diviso se ne esce con un cartone animato totalmente bidimensionale, alla vecchia maniera. Ma Leafie è più un film sul magnifico mondo della natura che un “semplice” cartone animato. Una storia commovente e triste sull’amore ; e in questo caso è azzeccatissimo, perché vero, il sottotitolo “La storia di un amore”; “materno” ed il supremo sacrificio che esso talvolta comporta.
Un film che, per certi versi, mi ha ricordato il magnifico film d’animazione giapponese “Una tomba per le lucciole” (assolutamente inadatto ai bambini): una dolce e fantastica favola triste.
Questi coreani saranno pure pazzi ma ci stanno regalando, ovunque mettono mano, ottime dimostrazioni della capacità orientale di fare un prodotto – in questo caso cinematografico – che nessun occidentale si sarebbe mai sognato di realizzare. Con, forse, l’esclusione dei francesi: il tragico ma, per certi versi, poetico finale di Leafie mi ha ricordato quello altrettanto tragico, ma più duro, di Polisse.

p.s.: Ilaria Fede dimostra, ancora una volta, di capire di cinema quanto ne capisco io di idrocolonterapia.

Ti potrebbero interessare anche: