Falcetta nera

Prima prendete il signor Tessera P2 numero 1816
silvio  P2
Poi, dopo vent’anni di governo quasi ininterrotto di quello sopra, prendete uno che ha una considerazione unica degli elettori e della democrazia
renzicamerata.
Poi fate in modo che il primo, il signor Tessera P2 1816, venga condannato in via definitiva per frode fiscale e si becchi, come pena accessoria, l’interdizione dai pubblici uffici (aka: non eleggibile).
Uno pensa: con quello che ha fatto è il minimo.
Giusto?
No, sbagliato.
Perché, poi, arriva quello sotto, che dopotutto di quello sopra conserva un buon ricordo
Matteo_Renzi_e_Mike_Bongiorno
e per fare la legge elettorale che, con le famiglie italiane allo stremo e con una larghissima maggioranza della nostra migliore gioventù disoccupata, dovrebbe essere un problema minore e, comunque, non così sentito dagli italiani, e con chi la fa? Anzi, a sentir il signor 1816, da chi se la fa dettare?
Esatto: dal signor Tessera P2.
O dal suo amico Denis, noto esperto di scienze politiche.
Dopotutto chi va con lo zoppo impara a zoppicare.
Mentre chi va col piduista condannato ha una bassa o punto concezione del concetto di democrazia.
Matteo e Silvio, i nuovi Gianni e Pinotto italiani?
Matteo_Renzi_e_Patch_Adams_con_naso_da_pagliaccio
Magari, almeno ci sarebbe da ridere.
Invece, purtroppo, c’è da piangere, visto che il PD (Poco Democratico) sta assumendo una deriva autoritaria, che già comunque aveva, estremamente preoccupante.
La sinistra, o centrosinistra, passa dalla falce e martello a faccetta nera.
Falcetta nera?