Dov’è la mia acqua?

Già in passato parlai (articolo 1, articolo 2) della giusta lotta di molti cittadini per tornare in possesso di un bene che è già loro di diritto (referendum, do you remember?).
Domenica 6 aprile, in alcuni comuni dell’entroterra ligure, si è tenuto un altro (ennesimo) referendum perché, qui in Liguria e limitatamente per i comuni sotto i 3000 abitanti, le amministrazioni possono decidere – o far giustamente decidere ai cittadini – se amministrare direttamente un bene pubblico o lasciarlo ai privati.
Dove si è votato il risultato è stato plebiscitario, ed ora quei comuni torneranno ad amministrare loro l’acqua pubblica.
trafiletto referendum
prima era meglio
referendum
Peccato che solo i comuni con 2999, o meno, abitanti possano, secondo la Legge Regionale 1 del 24 febbraio 2014, farlo mentre per quelli con 3000 abitanti o più devono deciderlo collegialmente all’interno dell’ATO.

 


ATO che, spesso, è composto da sindaci o di centrodestra o di centrosinistra.
E mentre i primi vorrebbero privatizzate tutti, i secondi si barcamenano tra posizioni possibiliste ed altre negazioniste.
Un po’ come fece Bersani:

E se contiamo che, dei molti comuni sotto i 3000 abitanti siti in provincia di Genova, solo 3 hanno indetto il referendum la dice lunga su quanto sia impervia ed ardua la strada da percorrere.
elenco comuni under 3000
Ma, parafrasando Guccini “ma noi non ci fermeremo”
Soprattutto se il giorno 8, sul Secolo XIX (tutte le immagini sono prese dal più diffuso quotidiano ligure), nelle pagine dedicate al Tigullio, appare un articolo su quanto spende Iren/Idrotigullio e quanto ricava dalla gestione idrica (dati 2004-2010)
I dati sono interessanti, soprattutto nel comune dove abito io (Santa Margherita Ligure):
a fronte di una spesa inferiore ai 2,5 milioni di euro, i ricavi sono stati di poco sopra i 16 milioni di euro!!!
Ma a queste condizioni quale amministratore pubblico sarebbe così stupido da non riprendersi in mano, subito e senza se e senza ma, la gestione del servizio idrico?
Tanto per iniziare forse il candidato sindaco Claudio Marsano, ecco qui quanto ha scritto un suo fan (o collaboratore, mica ho ancora ben capito) nei commenti a una mia immagine su faccialibro (dovete cliccare su “2 commenti”):

Non si hanno commenti dagli altri (e di certo non li chiedo), ma è sicuro il si del MoVimento 5 Stelle Santa Margherita Ligure.
Ecco altre immagini di IREN e di quanto raggranella da noi:
ricavi titolo
spese, ricavi, gestioni
spese e ricavi
spese e ricavi, dettaglio
Parafrasando il titolo di un noto videogioco mobile della Disney: Renata Briano, dov’è la mia acqua?