Ho ripreso a giocare con i MMO

Avevo voglia di provarci.
E… pura droga… Zoccoletta, level 35 Defiant Healer (Druidicar specc, improntata ai danni da spell).
Sono rovinato.

E questo altare sperduto in mezzo alle montagne a che serve?

E questo altare sperduto in mezzo alle montagne a che serve? E, poi, è un altare o un teleport? E perché piazzarlo li, nel mezzo del nulla?

E, non solo, ma su Sony Station c’è il nuovo titolo dei creatori del miglior clone di WoW, Runes of Magic: Dragon’s Prophet. Gli darò una possibilità.
Mentre il titolo su cui puntavo di più per un ritorno in grande stile, ArcheAge, si è rivelato un flop.
Più per colpa della solita invasione di spammer, bot, e goldseller cinesi che altro, ma anche la community, lo sviluppatore e il distributore non fanno nulla. E, anche, per colpa di meccaniche vecchie e stantie.
Ok, anche in Rift non ‘è nulla di nuovo, ma non sei obbligato (anzi!!!) a tenere il personaggio loggato per ore per rigenerare i “labor point” (che, per come sono stati implementati, sono una cazzata esclusiva di ArcheAge. Servono soprattutto per il crafting, motore pulsante del gioco, ma non solo).