GOP

Che questa volta non è per Grand Old Party (il Partito Repubblicano statunitense) bensì per Good old party.
Orbene, due fatti.
Il primo, quest’anno dovrebbe (ormai il condizionale è d’obbligo, visti i continui rinvii dei titoli) vedere la luce un CRPG ambientato nella Sword Coast dei Forgottem Realms.
Si, esatto, la stessa locazione dei due Baldur’s Gate.
Il gioco sarà fatto da ex membri del team di Dragon Age: Origins, avrà il party (come in DA:O limitato a quattro personaggi, a mio avviso un “miniparty”), avrà la possibilità di partite multiplayer con tanto di Dungeon Master.
E tanto altro ancora.
Il gioco in questione è Sword Coast Legends (per la serie: originalità portami via) e l’hypo è salita a mille dopo questo filmato:

Il secondo è che ho iniziato a giocare a Dragon Age: Inquisition e che il nuovo titolo BioWare, contrariamente ad ogni previsione (e critica da parte dei videogamer) mi sta piacendo assai.
Ha una buona storia di base, si collega al primigenio DA:O tramite un personaggio in comune (affatto difficile da capire di chi si tratta, vista la tematica religiosa di questo nuovo capitolo. E, no, non si può averlo/a nel party… almeno finora), ha un paio di personaggi ben caratterizzati (a parte i tre dell’inizio non ne ho ancora trovati altri, ergo…. significa che uno è un po’ troppo “rigido” per i miei gusti, mentre gli altri due sono WoW), la “base” non è microscopica come in Origins (anzi, vi sono pure delle quest da svolgere li, oltre a poter raccogliere materiali per il crafting) e, incredibili difetti della telecamera e nel controllo dei personaggi/classi corpo a corpo – anche divertente da giocare.
Difetti? Si, a parte quelli sopra elencati, che sono i più fastidiosi, incontrare mob di livello doppio del tuo, il fatto che il titolo BioWare abbia meccaniche più adatte alle console che al PC, che debba alcune implementazioni più a una logica di derivazione MMO che ai CRPG classici, eccetera, eccetera.
E, si, verrà recensito con dovizia di particolari, appena l’avrò finito.
Poi toccherà a The Witcher 3 e, why not, Divinity: Original Sin.