Le scie chimiche e la teoria di genere

Sabato si è tenuto, a Roma, il Family Day.
Non entro nel merito della vicenda, se è giusto o meno (da liberale: sei libero di dire tutte le cazzate che vuoi, ma non puoi limitare la mia libertà come essere umano), ma sui motivi, in realtà su uno, vorrei spaccare il capello.
Quell’uno è la parità di genere.
Che è questa brutta bestia?
Secondo i promotori dell’iniziativa si tratterebbe di:

Giro anche a te un estratto del ddl Fedeli con cui il governo intende iniziare a diffondere l’educazione di genere dal prossimo settembre. Purtroppo non si tratta di esagerazioni da invasati ma della realtà … Se riuscite diffondete anche voi!Prima di cestinare ti invito a leggere questo messaggio per il bene dei tuoi bimbi e della tua famiglia. Tengo a precisare che non voglio scandalizzare nessuno ma piuttosto informare su una proposta di legge che, se non ci muoviamo, diventa in brevissimo tempo legge e noi questo non lo possiamo permettere!!!

NO. NON E’ OMOFOBIA.

E’ qualcosa che sta alla base dell’umanità, a prescindere dalla tua religione, a prescindere dalla tua cultura,a prescindere dal tuo orientamento sessuale :

GIU’ LE MANI DAI NOSTRI BAMBINI.

Il nostro stato vuole approvare la teoria del gender (che tradotto dall’inglese vuol dire genere). Sai cos’è? Questa teoria sostiene, senza termini difficili ne ulteriori giri di parole, la non-esistenza di una differenza biologica tra UOMINI E DONNE, che detto così potrebbe sembrare quasi una cosa bella e soprattutto giusta. Purtroppo non è così.
In questi giorni ” i piani alti ” vogliono approvare una legge che prevede l’inizio da SETTEMBRE 2015 dei corsi gender nelle scuole dei nostri bambini.

Cosa prevede un corso gender?

Da 0 a 4 anni:
-masturbazione infantile precoce

Da 4 a 6 anni:
-masturbazione
-il mio corpo appartiene a me
-la consapevolezza dei propri diritti sessuali

Da 6 a 9 anni:
-masturbazione e autostimolazione
-rapporti sessuali
-diversi metodi di contraccettivi
-scelte alternative per evitare la gravidanza
-l’abuso

Da 9 a 12 anni:
-masturbazione-eiaculazione (dimensione del pene-seno-vulva)
-utilizzo dei preservativib b
-piacere, masturbazione, orgasmo
-la prima esperienza sessuale
-amore con il partner dello stesso sesso
-la sessualità come benessere e salute

Da 12 a 15 anni:
-riconoscere i segni della gravidanza;
-leggi per il consenso dei rapporti sessuali
-bambini su misura

Da 15 anni:
-diritto di aborto
-pornografia

Materiale didattico : opuscoli, giochi, video e tanto altro.

Tu manderesti TUO FIGLIO in una scuola del genere?
In Germania si è già diffusa questa ideologia. In Italia a Roma e Torino due scuole hanno iniziato questi corsi.

Proteggi chi confida in TE. Non togliamo ai nostri piccoli la loro LIBERTA’ solo perchè questi corsi, CHE RICEVONO MOLTI FINANZIAMENTI, sono mossi da gente che per avere più soldi è disposta a vendersi l’anima.

La loro astuzia sta nel non “informarci”(di questo argomento radio,televisione ecc non ne parlano quasi mai), e soprattutto nell’avere sempre la scusa dell’omofobia per attaccarci.
C’è ben poco da essere omofobi, i bambini a quell’età non hanno alcuna malizia nè verso il sesso opposto nè verso lo stesso sesso,perchè pieni di ingenuità. La stessa ingenuità che li distingue dagli adulti, e che caratterizza la loro infanzia.
Perchè privarli di ciò??

” I potenti ” giocano sporco,e nel silenzio stanno introducendo tutto questo in maniera subdola, non chiedendo il nostro parere.
E’ giunto il momento di far sentire la nostra voce.

Come?

-inizia con il DIFFONDI la notizia a chi ti sta intorno,perchè moltissimi NON sanno nulla;
-il 20 giugno a Roma ci sarà una grande MANIFESTAZIONE per far sentire il nostro parere anche se nessuno ce l’ha chiesto;
– firma la PETIZIONE ONLINE http://www.citizengo.org/it/14837-una-sana-educazione-alla-sessualita?m=5&tcid=13310637]

Fonte:  ermannoferretti.it

Avete letto bene?
Tenete presente che, per gli organizzatori (o alcuni di loro), vorrebbero, tra le tante farneticazioni che si leggono sopra, insegnare la masturbazione a scuola (che, poi, tra un Youporn e una puntata di Violetta, non servirebbe a nulla: sarebbero gli alunni a dar lezione ai professori).
Questo, invece, è il testo integrale del Disegno Di Legge che mira a:
Introduzione dell’educazione di genere e della prospettiva di genere nelle attività e nei materiali didattici delle scuole del sistema nazionale di istruzione e nelle università

DDL Educazione Di Genere e Libri Di Testo by AdolfoSehnert


C’è qualcosa che è attinente alle farneticazioni scritte da alcuni bigotti cattolici?
No, e al primo che mi dimostra il contrario offro la cena da Puny, il ristorante preferito dalla famiglia Berlusconi durante i loro soggiorni a Paraggi (frazione di Santa margherita Ligure).
Perché è bello e confortante veder difesi i valori della famiglia tradizionale da un divorziato puttaniere pedofilo, no?