Crea sito
, updated:

Di palo in fresc… frasca

In questi giorni sono impegnato a cercare un MMO Free2Play, e ne ho provati alcuni, tutti disinstallati alla velocità del fulmine o quasi: o per meri motivi tecnici oppure perché penosi.
1) Dragon Saga: titolo decisamente imbarazzante, con un comparto tecnico medioevale ed una UI pessima. Sembra più di giocare a Super Mario Bros che a un titolo pubblicato nel terzo millennio. Distribuito da WapPortal per il nordamerica e da gPotato per l’Europa.

2) FLYFF o Fly For Free: se un europeo vuole giocare con la versione nordamericana (l’unica in inglese, visto che per noi la scelta della lingua è tedesco oppure francese) deve ricorrere a un workaround. Lasciamo da parte le risoluzioni video che si possono scegliere, decisamente imbarazzanti, ma fare una versione in inglese anche per gli europei pare brutto? Oppure fare in modo che la versione americana funzioni senza trucchetti?

3) Remnant Knights: tecnicamente un gioco di nmila anni fa. Mi si dirà: proprio tu che, tutte le volte che si parla di MMO, tiri fuori DAoC? Si, ok, ma il titolo distribuito da GameSamba non è DAoC. E, comunque, per ora è uno dei meno peggio. Interessante la scelta di carriera che si può far intraprendere alla propria classe.

4) Lucent Hearth: gioco a mio avviso molto “femminile”, con tanto di segni zodiacali e possibilità di flirtare (dating component). Tecnicamente parecchio datato, ma pensavo peggio: giocabile.

5) Iris Online: o dei bug e dell’incapacità di programmare. Pesante come tre istanze di Skyrim su di un Pentium II con appena 256 di RAM e una scheda video 3dfx Voodoo Graphics, a mio avviso è poco o nulla compatibile con i sistemi operativi attuali (Vista e 7). Se poi del sistema di protezione GameGuard leggo, tra le varie cose:

If youhave an updated computer with dual core processors. This can cause thiserror to happen, because sometimes gameguard will assume its a “Speedhack”

mi vengono forti dubbi sulla capacità di programmare di certe nazioni orientali. Il post è del 2009, quando i dual core erano la norma. Ora siamo ai quad core. Il fatto /facepalm

è che la disinstallazione richiede il riavvio del computer.

6) Luvinia Online: “still waiting for new password via email”… e il cap level è al livello 83. Eeek!
Ok, giocato. Anche lui è tecnicamente superato, ma tra tutti è, forse, quello che più si avvicina ad Eden Eternal. Peccato che la distanza tra i due si misuri in secoli luce.

7) Dragon Nest: la mediocrità fatta MMORPG. Probabilmente è il migliore del lotto, ma il fatto che non possa rimappare la tastiera me lo rende ingiocabile (non amo il WASD, sono un “frecciomane”). Per il resto un prodotto tecnicamente e ludicamente onesto, con pretese da MMO “serio”. Peccato che, quando lo lancio, Esplora Risorse mi crashi e si riavvii in loop continuo. I nordamericani lo giocano sui server Nexon mentre gli europei sono ospitati su quelli asiatici di CheryCredits.

Uno dei pochi denominatori comuni è la presenza di pesanti ed invasive protezioni, come GameGuard, a tutela della sicurezza del giocatore. Comprensibili, ma farle più umane e leggere?

Conclusone: ci sono tanti anime MMORPG, ma EE è di un altro pianeta. Che alla fin fine il mio errore sia cercarne un clone? Non mi conviene, forse, o cercare un altro MMO F2P ben fatto e divertente oppure sbattermene altamente di quanto mi è successo e dell’inesistente supporto di AeriaGames e giocare ad un titolo che mi prende, a costo di farmare i soldi rubati con le daily quest o mettendo a ferro e fuoco dungeons di basso livello?

↑ Up
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: