OPP

TW3

Oh porca pupattola.
CD Project RED ha annunciato ieri il prossimo capitolo di The Witcher: The Witcher 3 Wild Hunt. Il prossimo titolo dei ragazzi polacchi avrà un mondo di gioco immenso (circa il 20% in più rispetto a Skyrim “vanilla”), userà il motore grafico Red Engine 3, avrà una struttura narrativa lineare e non in atti come il precedente capitolo, e il titolo sarà (speriamo bene) totalmente open wold (avete presente la serie The Elder Scroll? Ecco).

RE3

Il piano narrativo (open world va bene, ma CDPR basa la sua forza sulla narrazione di una storia, e visto il lore che c’è dietro alla serie non potrà che essere fantastica) cambierà a seconda di dove ci si troverà all’interno del mondo, con NPC che moduleranno le risposte in base al background locale. E, dopotutto, visto quanto scrivono su come realizzare una storia e le relative quest l’attesa non può che essere che spasmodica.

Molta carne al fuoco, forse troppa?, per uno dei giochi più aspettati, visto che BioWare si è fottuta da sola (s)vendendosi a quegli incompetenti di Electronic Arts mentre Bethesda ha, da sempre, il problema di un buon debugging-beta testing.

Purtroppo l’unica cosa che non si sa è la data di uscita, molto probabilmente nel 2014, visto che quest’anno esce Cyberpunk 2077.

Da quello che si legge in giro la lunghezza del gioco, tra trama principale e quest secondarie, dovrebbe essere di circa 100 ore: impressionante. Non mancheranno bivi morali e scelte da fare. Intanto io sbavo nell’attesa.

Finalmente il video ufficiale di CDPR che annuncia l’inizio dei lavori sul prossimo titolo della sera dedicato a Gerald di Rivia