The Games of the Year 2015

Eccoci al terzo GOTY basato sui generi che mi piacciono di più.
E sui pochi titoli che ho avuto la (s)fortuna di giocare.

Miglior FPS: Nessuno, zero, kaputt
Ho giocato solo a vecchi titoli (FarCry 3, Crysis 3), che non mi hanno lasciato nulla, decisamente mediocri.

Miglior CRPGNessuno
E’ praticamente l’unico genere che ho giocato, eppure non c’è un titolo che meriti la palma di migliore.
The Witcher 3 e Pillars of Eternity sono si due titoli interessanti, ma che hanno sia profondi pregi che grandi difetti.
Il titolo della saga dedicata a Geralt di Rivia è affetto da DragonAgeInquisionite galoppante (per chi non capisce: troppo dispersivo); mentre quello di Obsidian è un discreto revival dei CRPG in visuale isometrica che uscirono a cavallo tra il vecchio e nuovo millennio: è nato vecchio, è un esercizio fine a se stesso, ma con più ombre che luci, il tutto tacendo dell’espansione The White March.
Se dovessi scegliere uno dei due non saprei chi tenere e chi buttare dalla torre.
Titoli buoni (lo so che molti li reputano capolavori: io non faccio parte del coro) e nulla più, di certo non giochi che se li si manca c’è da stracciarsi le vesti.
Una domanda agli sviluppatori di CRPG: perché questa corsa, tra DA:I a TW3, a voler prendere spunto dagli open world e, poi, volerci costruire un mondo narrativo intorno?

Miglior gioco online: Nessuno
Qualche serata su Rift, un paio di titoli provati ma che non mi hanno detto nulla, per il resto nulla.

Miglior avventura: Nessuno
Sempre meno tempo libero 🙁