A song by Battisti, Mogol, Folly

Mandare affanculo il presidente in riva al fiume e poi
ritrovarselo di fronte
e rollarsi dell’erba per fumare
con estremo piacere
E di notte passare con lo sguardo il Colle per scoprire
se Napolitano è andato a dormire
Domandarsi perché quando cade un governo
c’è gioia nel cuore
come la neve non fa rumore
e votare come un pazzo un movimento
per vedere
se è tanto difficile cambiare
qualcosa che
e’ dentro me
ma nella mente tua non c’è
Capire tu non puoi
tu contaci se vuoi
siamo milioni
tu contaci se vuoi
siamo milioni

Andare alle primarie di mattina
dove Bersani è a un passo
dal ritrovar se stesso
Parlare di Olgettine con un Berlusconi
per ore ed ore
per non sentire il paese che muore
E ricoprir di terra un movimento verde
sperando possa
diventare una primula rossa
E prendere a pugni un Monti solo
perché è stato un po’ scortese
sapendo che i tuoi insulti non sono offese
e chiudere gli occhi per non vedere
i milioni che
son dietro me
ma nelle teste vuote non c’è
capire tu non puoi
tu chiamale se vuoi
consultazioni
tu chiamale se vuoi
consultazioni

Testo rilasciato sotto Creative Commons 3.0 non commerciale