The big cazzata

Ormai tutti sanno della querelle, interna al M5S, tra Grillo ed Adele Gambaro.
E’ vero, la sua uscita non è stata felice, ma aveva comunque un contenuto di verità.
In pratica i discorsi di Beppe sono incredibilmente validi a livello di elezioni politiche; ma sono discretamente inutili a livello di amministrative dove conta il programma, i candidati e, soprattutto, il candidato sindaco.
Nelle amministrative la componente politico-ideologica conta tra lo zero spaccato e lo zerovirgola; tutto il resto ha importanza soverchia.
Per questo far decidere il destino della senatrice è un’immensa cazzata, anche perché i media ci ricameranno sopra per giorni e giorni e non c’è sempre una cazzata più grossa da parte de Il Nipote che ti tira fuori dai guai.
Come ho scritto sul blog (cosa che faccio raramente!):

Se proprio giudizio dev’essere che non sia dato dai rappresentanti al Parlamento ma da noi attivisti che ogni giorno ci facciamo un culo tanto sul territorio per poi vederlo svanire in un attimo per queste minchiate!

FB
E se proprio vogliamo dare una colpa a qualcuno per i deludenti risultati delle amministrative, pigliamocela in primis con i Meetup che non hanno saputo scegliere candidati validi e cavalcare le istanze che chiedeva la cittadinanza. Poi, molto poi, e solo alla fine, con Beppe.