WOTY 2016

Ovvero: il peggio del peggio dell’anno che ci siamo appena lasciati alle spalle.
Peggior canzone: Fabio Rovazzi – Andiamo a comandare
Sciorda liquida allo stato puro.

Peggior film d’animazione: L’Era Glaciale: In Rotta Di Collisione
Qualche gag carina qua e la ma… ormai siamo allo stracottto, alla coda di mammuth alla vaccinara.
Per piacere: basta, ormai siete originali come un pornazzo.
Runners up: Alla ricerca di Dory

Peggior film: Star Wars VII – Il risveglio della Forza.
Jar Jar Abrams, detto carta copiativa, si rivela un mediocre regista incapace di idee originali, ma bravissimo nello scopiazzare a destra e a manca.
La Morte Nera new version? Presente. Il conflitto padre/figlio (la saga è peggio di Edipo Re)? presente all’appello. Lo jedi che non sa di esserlo ma lo diventerà? Idem. Un vecchio maestro? Pure.
Speriamo non tanto nei prossimi capitoli della seg… saga, quanto nei film derivati.
Migliore della saga 1-2-3?
E ci vuol poco.
Film uscito a dicembre, ergo rientra nel 2016 che a dicembre mi mettono lavorativamente a 90°.
Runners up: Batman v Superman: Dawn of Justice: antipasto di League of Justice, o Avengers wannabe, in salsa barbecue, evitare prego (se la gioca alla pari con Star Wars); Fuck You Prof! 2 (un consiglio: già siete tedeschi, e vi è andata bene una volta; due sarebbe chiedere troppo, no? I comici e le commedie lasciateli a guitti e saltimbanchi, non a chi bara sulle emissioni dei diesel)

Delusione dell’anno in ambito cinematografico: L’ultima parola: La vera storia di Dalton Trumbo
Film totalmente “meh”. Ha dei momenti grandiosi, il finale è da sturbo, ma ci sono alcuni passaggi veramente noiosi e, in tutta onestà, facilmente evitabili (anche perché se uno si legge la biografia di Trumbo scopre che il film si è preso tante, troppe licenze e, forse, si è inventato determinate situazioni di sana pianta).
Ben (molto ben) recitato, molto ben diretto, con una buona colonna sonora… eppure Dalton Trumbo non avrebbe mai scritto così la sua biografia. Anzi, avrebbe approfittato dell’occasione per creare un ritratto fedele e accurato del maccartismo negli States,senza limitarsi ai “10 di Hollywood”.
Il tutto tacendo della riduzione a mera macchietta dei “King Brothers”, che produssero si anche “B Movies”, ma anche alcune piccole perle dimenticate (eg.: Dillinger).

Capolavoro mancato in ambito cinematografico: Ave, Cesare!
I fratelli Coen realizzano l’ennesima buona pellicola che, però, manca di quel piccolo quid ped diventare un gran filmone.
Divertente, originale, simpatico, con alcune idee geniali, amabile presa in giro del maccartismo e degli studios hollywoodiani specializzati in pellicole seriali, ad Ave, Cesare manca veramente poco per fare il grande salto.
Il problema non è che abbia un comparto in cui latita: è tutto valido, ma non va oltre, appunto, a una media tra il sufficiente ed il buono.
E poi c’è Scarlett.

Delusione dell’anno in ambito videoludico: The Witcher 3
Potenzialmente un capolavoro, peccato sia rovinato da… basta leggere la recensione per capirlo.
Runners up: Pillars of Eternity

Peggior videogioco (indie e giochi minori esclusi): La Biancamarca 2
Se Pillars of Eternity è un CRPG old style abbastanza piacevole e carino, altrettanto non si può dire delle due espansioni ambientate nella Biancamarca: già con la prima avevamo capito che l’ispirazione era presa principalmente dagli action CRPG di un tempo come Icewind Dale. Ma con la seconda si esagera: non passa attimo momento, locazione che non si faccia altro che combattere.
La storia è men che mediocre, l’espansione è una delle peggiori, se non la peggior, che io ricordi.

La delusione “umana” dell’anno: gli abitanti di Goro e Gorino


(paura di 12 donne, dii cui una incinta e 8 bambini in età pre e scolare)
Runner up: gli sciacalli, detto in senso sia letterale che lato (disinformatori, bufalisti, approfittatori, selfiemaniaci, politici) che hanno rovinato il lavoro di tante donne, di tanti uomini, durante l’immane tragedia che ha colpito il centro Italia.
Rappresentate il peggio del peggio del peggio, siete peggio che merde: non siete nulla.

Dal duo Meloni e Bocccuzzi (Fd’I e PD, la strana coppia cerebrolesa)  e l’immane cazzata del jackpot da devolvere alle popolazioni terremotate, fino alla magnitudo taroccata. Passando attraverso la Regione Marche e i farmaci omeopatici, chi da la colpa alle unioni omosessuali, chi al guanciale tipico di Amatrice e al suo kharma (ovviamente il post incriminato l’hanno scritto quelli di Anonymous, tra un sito ISIS e l’altro, e poi hanno dato la colpa alla Martani, molto nota tra gli acer e anche gli asus), chi alle scie chimiche e chi l’aveva detto. Che era colpa del NWO, ovviamente.
Per tacere dell’effetto cucchiaio a tutta pagina su Repubblica:

Ti potrebbero interessare anche: